loading

Ai sensi dell’art. 2 dello Statuto, l’associazione persegue le seguenti

Finalità

“L’associazione persegue il prioritario fine di prestare assistenza ai segnalatori (c.d. whistleblowers), ossia apicali e sottoposti che segnalano condotte illecite di cui siano venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

L’associazione contribuisce a preservare la riservatezza dell’identità dei whistleblowers al fine di offrire tutela dai pregiudizi, sanzioni disciplinari e misure discriminatorie dirette ed indirette che potrebbero scaturire dalle denunce e segnalazioni, ad opera dei soggetti pubblici o privati.

Al medesimo scopo si offre assistenza agli enti pubblici e privati per la gestione delle denunce e segnalazioni ricevute dai whistleblowers, anche attraverso l’ausilio di sistemi informatici e la redazione di specifiche procedure.

L’associazione, invero, si pone come fine quello di salvaguardare la correttezza dell’intero processo del whistleblowing, e ciò sia tramite la tutela dei diritti del segnalante sia tramite attività di verifica di quanto ricevuto. L’istruttoria, approfondita ed imparziale, sarà, infatti, svolta garantendo, in tutte le sue fasi, tanto la riservatezza del segnalante quanto la fondatezza della segnalazione. Così procedendo l’Associazione sarà in grado di restituire un dato terzo ed obiettivo all’ente tanto da consentirgli l’adozione di provvedimenti ritenuti più opportuni.”